COMUNICATO STAMPA – ERP. Gandolfi (IdV) “I dati Sunia e Sicet sono allarmanti. La politica dia una risposta concreta adottando la proposta di IdV.”

Pubblicato: 15 novembre 2011 in Comunicati stampa, Notizie e politica
Tag:, ,

COMUNICATO STAMPA

 

Edilizia Residenziale Pubblica

Gandolfi (Italia dei Valori): I dati Sunia e Sicet sono allarmanti. La politica dia una risposta concreta adottando la proposta di IdV.

Sono dati a dir poco allarmanti quelli presentati da Sunia e Sicet in merito alle graduatorie dell’Edilizia Residenziale Pubblica.”

E’ il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi.

“Si parla – spiega Gandolfi – di 23.000 famiglie in graduatoria per le case popolari e di una domanda invece reale di 32.000. Nove sfratti su dieci sono per morosità, il più delle volte dovuta a una mancanza di adeguamento tra canoni di affitto e stipendi. A tutto ciò la politica non può non dare risposte concrete.”

“C’è una domanda crescente di case – continua Gandolfi –  da parte di chi non ha le possibilità economiche di rivolgersi al mercato privato e neppure a quello dell’edilizia convenzionata. Un bisogno che è sempre maggiore in un periodo di crisi economica che non trova soluzione né a Milano né nei comuni limitrofi. Il problema del diritto alla casa è una cosa seria su cui è da irresponsabili alzare muri ideologici e pregiudiziali.”

“Nel 2010 – ricorda Gandolfi – abbiamo presentato una mozione in Consiglio Provinciale che proponeva ai Comuni del territorio della Provincia di Milano di destinare una quota percentuale all’Edilizia Residenziale Pubblica nei quartieri e negli stabili di nuova edificazione. Mozione che la maggioranza di centrodestra ha respinto senza dare particolari spiegazioni. Ricordo però con piacere che il consigliere Mardegan in quell’occasione votò in modo difforme dal suo gruppo, astenendosi.

La situazione, purtroppo, a causa della crisi economica dilagante (che qualcuno si è ostinato a negare) sta peggiorando e il divario tra il basso numero delle assegnazioni (circa un migliaio) e le domande di ERP (23mila) porta con sé il fenomeno delle occupazioni abusive che in alcuni casi degenerano nella violenza, come nei giorni scorsi.”

Conclude poi Gandolfi: “Viviamo più che in altri momenti una situazione di forte crisi dove i nuovi poveri sono cittadini milanesi, pensionati con redditi minimi, giovani coppie precarie che si trovano a dover lottare da una parte con un mercato immobiliare privato che per molti è inarrivabile e dall’altra con le istituzioni, spesso troppo miopi. La politica non può sempre inseguire le emergenze. La politica ha il dovere di governare e questo implica che quando si pone con evidenza una situazione di forte bisogno abitativo per le fasce economicamente deboli bisogna dare una risposta concreta. E l’unica risposta concreta è quella di costruire nuovi alloggi da destinare all’Edilizia Residenziale Pubblica: non più in quartieri ghetto, ma all’interno dei nuovi quartieri residenziali in cui ci sia, oltre a uno quota di edilizia convenzionata, anche una parte da destinare all’ERP.

Milano, 15 novembre 2011

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...