Posts contrassegnato dai tag ‘case popolari’

schermata-2016-11-11-alle-10-28-27

Sintesi video della partecipazione di Luca Gandolfi (Italia dei Valori) a “Aria Pulita” in diretta su 7 Gold Telecity, canale 15 e 515 del digitale terrestre, giovedì 10 novembre 2016 dalle 7.00 alle 9.00. Condotto da Simona Arrigoni
Ospiti della puntata:
LUCA GANDOLFI (Italia dei Valori)
ROSARIA IARDINO (Partito Democratico)
PIETRO TATARELLA (Forza Italia)
ALESSANDRO MORELLI (Lega Nord)

Argomenti trattati: Donald Trump nuovo Presidente USA, sanità, case popolari, carceri, giustizia, Unione Europea e altro

editing video della sintesi a cura di Luca Gandolfi

Luca Gandolfi (IdV) a Aria Pulita su 7 Gold Telecity 10.11.2016 (sintesi video)
Annunci

Luca Gandolfi (Italia dei Valori) ospite a “Prima Serata” in diretta su TELENOVA canale 14 del digitale terrestre martedì 31 maggio 2016

Schermata 2016-06-01 alle 01.30.24

Video sintesi della trasmissione
Schermata 2016-06-01 alle 01.24.50Ospiti della puntata:
Luca GANDOLFI (Italia dei Valori)
Fabrizio DE PASQUALE (Forza Italia)
condotto da Jacopo Casoni

Argomenti trattati: maltempo a Milano, Seveso, case popolari, abusivismo, degrado, tasse locali, sicurezza, trasparenza e altro

Editing video della sintesi a cura di Luca Gandolfi

Luca Gandolfi (IdV) a “Prima Serata” su TELENOVA – 31.5.2016

Schermata 2016-06-01 alle 01.32.20

 

COMUNICATO STAMPA

 

Case popolari

Gandolfi (Italia dei Valori): Aler e Istituzioni si schierino concretamente contro il racket degli alloggi

Dati sempre più allarmanti quelli emersi dall’incontro in Regione Lombardia sul “Bisogno abitativo”.

Ha dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi.

Se alcuni giorni fa – prosegue Gandolfi – a lanciare l’allarme erano stati Sunia e Sicet, oggi si aggiungono le dichiarazioni del presidente di Aler Milano, Loris Zaffra, che ha parlato di 30.000 persone in lista di attesa per un alloggio popolare, delle quali oltre 20.000 solo a Milano. Zaffra ha anche confermato di aver ricevuto segnalazioni da parte di inquilini sul fenomeno di racket soprattutto ad opera di clan che occupano con violenza e poi subaffittano. Dati confermati dagli episodi di violenza delle ultime settimane.”

“Servono controlli e soprattutto – sottolinea con decisione Gandolfi – una mano ferma per garantire la sicurezza di chi abita, con diritto, quegli alloggi e, allo stesso tempo, per garantire trasparenza e rapidità nelle future assegnazioni.”

“Si fa sempre più forte  – continua Gandolfi – la necessità che Aler e istituzioni si schierino in maniera concreta e pratica contro il racket mettendo in atto tutte quelle soluzioni in grado di prevenire e di soffocare questo fenomeno. C’è una domanda crescente di case da parte di chi non ha le possibilità economiche di rivolgersi al mercato privato e neppure a quello dell’edilizia convenzionata. Un bisogno che è sempre maggiore in un periodo di crisi economica che non trova soluzione né a Milano né nei comuni limitrofi. Il problema del diritto alla casa è una cosa seria su cui è da irresponsabili alzare muri ideologici e pregiudiziali. Viviamo più che in altri momenti una situazione di forte crisi dove i nuovi poveri sono cittadini milanesi, pensionati con redditi minimi, giovani coppie precarie che si trovano a dover lottare da una parte con un mercato immobiliare privato che per molti è inarrivabile e dall’altra con le istituzioni, spesso troppo miopi.”

Conclude poi Gandolfi: “La politica non può sempre inseguire le emergenze. La politica ha il dovere di governare e questo implica che quando si pone con evidenza una situazione di forte bisogno abitativo per le fasce economicamente deboli bisogna dare una risposta concreta. E l’unica risposta concreta è quella di costruire nuovi alloggi da destinare all’Edilizia Residenziale Pubblica: non più in quartieri ghetto, ma all’interno dei nuovi quartieri residenziali in cui ci sia, oltre a uno quota di edilizia convenzionata, anche una parte da destinare all’ERP, così come IdV aveva proposto con una mozione in Consiglio Provinciale.”

Milano, 21 novembre 2011

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano