Posts contrassegnato dai tag ‘ciclabilità’

Luca Gandolfi (Italia dei Valori) ospite a “Milano in onda” in diretta su MILANOW sul canale 191 del digitale terrestre e in streaming

Schermata 2016-05-20 alle 22.33.24

Ospiti della puntata:
LUCA GANDOLFI (Italia dei Valori)
RICCARDO DE CORATO (Fratelli d’Italia AN)
Conduce Roberto Dupplicato

Si parla di mobilità e ciclabilità, moschea, sicurezza, terrorismo, lavoro e job act, qualità aria, diritti civili e unioni civili e adozioni, e molto altro

Sintesi video di Luca Gandolfi (IdV) a “Milano in onda” su MILANOW – 20.5.2016
Annunci

Bici.

Gandolfi (IdV): “Si tuteli da furti chi sceglie le due ruote”

Bici-con-cateneSempre più spesso si parla di incentivare la mobilità ciclabile e di fatto le persone che sceglierebbero di usare questo mezzo per i propri spostamenti sono in aumento. Non sempre però possono farlo”.

Ha commentato così il capogruppo di Italia dei Valori in Consiglio provinciale a Milano Luca Gandolfi, a margine della presentazione del convegno “Ladri di biciclette. Ieri, oggi. E domani?” a cura della Fiab.

Le  buone intenzioni vanno sempre bene, ma devono poi corrispondere anche ai fatti. I furti di biciclette sono in continuo aumento, come testimoniato dagli stessi dati della Fiab. Le istituzioni, gli enti pubblici ma anche le aziende private dovrebbero poter garantire ai dipendenti che usano la bicicletta per andare e tornare dal posto di lavoro di ritrovarla ogni giorno. In Provincia, siamo stati costretti a presentare prima un’interrogazione e poi un emendamento al Bilancio proprio su questo argomento. Nell’arco di pochi mesi, ci sono stati almeno cinque furti ai danni di dipendenti, di bici parcheggiate all’interno di Palazzo Isimbardi, nell’area adibita a parcheggio interno in via Vivaio. Ciò avviene da quando l’area non è più presidiata da una guardiola con custode e le poche telecamere non sono sufficienti a riprendere l’intero perimetro. Nonostante i nostri solleciti, ad oggi, in Provincia non è ancora cambiato nulla. Così facendo si disincentiva una mobilità ecosostenibile, in parole povere: per i dipendenti ciclisti oltre il danno la beffa!“.

Milano, 19 novembre 2013

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

COMUNICATO STAMPA

Ciclabilità

Gandolfi (Italia dei Valori): Ciclista illuminato, ciclista mezzo salvato

 

20120201lucaneve3_1Ciclisti facciamoci vedere!

È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, anche candidato per il Consiglio Regionale con Italia dei Valori per Ambrosoli presidente, che mercoledì prenderà parte all’iniziativa di Fiab Ciclobby onlus per la sicurezza stradale “Il ciclista illuminato”.

Sono sempre di più le persone che usano la bicicletta come vero e proprio mezzo di trasporto per gli spostamenti quotidiani. Un dato positivo che deve far riflettere sulla necessità di investire senza indugi nella mobilità ecosostenibile. Uno degli aspetti più delicati – continua Gandolfi – è sicuramente quello legato alla visibilità del ciclista: essere visti è un elemento di fondamentale importanza per la sicurezza di chi usa le due ruote a energia umana. Luci e catarifrangenti non sono optional ma elementi a cui il ciclista non deve mai rinunciare. Una buona pratica che in molte città europee è prassi comune, come in Germania o in Olanda, ma che da noi è spesso ancora solo un’eccezione”

Conclude poi Gandolfi: “I primi a pensare alla sicurezza dobbiamo essere proprio noi ciclisti. Ma è altrettanto evidente che le istituzioni devono fare la loro parte prendendo atto di questa evoluzione degli spostamenti e agendo di conseguenza con adeguate politiche che consentano una mobilità ciclabile sempre più in sicurezza.”

 

Milano, 18 febbraio 2013

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Regionali 2013.

Gandolfi (IdV) “Sviluppare la mobilità ciclabile, l’intermodalità dei trasporti e il turismo mtb

 

Gandolfi_4_ciclabileInvestire nella mobilità ciclabile è strategico per una regione come la Lombardia, per questo sarà non solo utile, ma indispensabile predisporre un Piano Regionale della Ciclabilità che, insieme ai Piani Provinciali, pianifichino e realizzino una rete organica di piste e percorsi ciclabili al fine di consentire un utilizzo quotidiano e in sicurezza del mezzo di trasporto più sano ed economico che ci sia. La mobilità ciclabile necessità però non solo di piste o corsie ciclabili, ma anche di una serie di servizi di bike sharing, oltre a strutture di servizio che ne rendano più agevole l’utilizzo, come parcheggi sicuri dislocati in vari punti del territorio ed in corrispondenza delle stazioni ferroviarie e delle fermate dei mezzi di trasporto pubblico locale in modo da sviluppare una intermodalità dei trasporti.

Sviluppare l’intermodalità dei trasporti è di importanza strategica per una mobilità sostenibile che offra valide alternative all’uso dell’auto, visto che le stazioni della rete regionale su ferro o della metropolitana hanno rilevanza sovracomunale.

Troppo spesso gli interventi nei comuni legati alla ciclabilità, per quando apprezzabili, sono risultati fini a se stessi, scollegati da una logica di rete, e soprattutto da una logica di intermodalità. La Regione, di concerto con gli enti locali, dovrebbe fare un censimento sistematico di quanto esistente per individuare eventuali carenze e criticità e stimolare con diverse modalità i comuni ad intervenire in modo coordinato e coerente con una visione d’insieme.

Il piano della mobilità ciclistica regionale fino ad ora si è concentrato sulle grandi direttrici extraurbane per finalità turistiche e 20120201lucaneve3_1ricreative, trascurando quasi del tutto gli interventi nei centri urbani: è fondamentale recuperare il tempo perso in questo senso e programmare fin da subito significativi interventi per promuovere l’utilizzo della bicicletta in ambito urbano, trasformando la bicicletta in un elemento fondamentale del trasporto delle nostre città, incrementando i servizi e le strutture ad essa dedicate.

Questo non vuol dire però accantonare la ciclabilità rivolta al turismo che anzi si è confermata in questi ultimi anni come un settore economico in forte sviluppo. Il turismo legato all’universo delle MTB e delle varie specialità di cui questa si compone (cross country, freeride, downhill) ha consentito un incremento del turismo sportivo nella stagione estiva in strutture ad esse dedicate come i bike park. Di pari passo vale la pena rilevare come nella nostra Regione siano presenti la maggior parte delle industrie legate al settore, le uniche che in questi anni di crisi economica hanno visto incrementare la loro produzione e le vendite.

Anche EXPO 2015 dovrà essere una preziosa occasione per favorire lo sviluppo della mobilità ciclabile. L’uso della bicicletta, sia per gli spostamenti quotidiani nei centri urbani sia per turismo, può costituire un volano per le industrie del settore e per il turismo lombardo, con il relativo indotto. In questo modo sarebbe possibile valorizzare l’immagine della Regione Lombardia in modo coerente con lo spirito di sostenibilità che Expo2015 dovrebbe portare avanti.

Luca Gandolfi, candidato con Italia dei Valori per Ambrosoli Presidente

Gandolfi_regionali2013_banner_2.1

La PLAYLIST di Gandolfi sulla ciclabilità:

Seguimi su:

https://www.facebook.com/lucagandolfi.politico

https://www.youtube.com/user/lucagandolfi

https://twitter.com/lucagandolfi

https://lucagandolfiblog.wordpress.com/

http://www.lucagandolfi.it/

fac-simile_regionali2013_Gandolfi_scheda_v1200

COMUNICATO STAMPA

Sicurezza

Gruppo IdV Provincia: rubata la bici del consigliere Gandolfi mentre era in aula

20120201lucaneve3_1

foto di Gandolfi con la sua bici – scattata il 1.2.2012

Mi hanno rubato la bici con la quale ero venuto in Consiglio Provinciale e che avevo lasciato all’interno del parcheggio della Provincia in via Vivaio. Assurdo. Sono sconcertato.

Da sempre uso la bicicletta per i miei spostamenti in città, sia per lavoro che per piacere. La reputo un’abitudine sana e soprattutto credo in una mobilità sostenibile. Mi piange il cuore per la mia fedele compagna di tante pedalate che aveva sulle spalle 22.640 km.

Ironia della sorte il tutto è avvenuto mentre in aula c’era l’assessore alla Sicurezza Bolognini che stava rispondendo a una mia interrogazione.  E’ il terzo furto che avviene all’interno del parcheggio della Provincia da quando non è più custodito“.

Ha così dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi

Milano, 31 gennaio 2013

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano