Posts contrassegnato dai tag ‘Novaceta’

COMUNICATO STAMPA

Novaceta
Gandolfi (Italia dei Valori): “Formalizzare in tempi brevi richiesta di proroga per cassa integrazione e garantire permanenza vincolo aree a destinazione industriale. Provincia, Comune e Regione si attivino nella ricerca di imprenditori seri per reindustrializzazione del sito.”

La politica deve continuare ad essere unita al fianco dei lavoratori della Novaceta.
Lo ha dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori Luca Gandolfi, durante la Commissione Lavoro provinciale di oggi che si è riunita in audizione con i lavoratori della Novaceta
Già nel 2010 – ricorda Gandolfi – come Consiglio Provinciale abbiamo approvato all’unanimità una mozione affinché si mettessero in atto tutti i possibili interventi per far ripartire l’impianto. Nell’immediato abbiamo una priorità assoluta: il prossimo 22 gennaio scadranno i termini per la cassa integrazione. Oggi, in commissione, abbiamo appreso dal curatore fallimentare che vi è la disponibilità a chiedere la proroga, ma ad oggi non sono ancora stati fatti i necessari atti formali. È necessario garantire che tutti i passaggi formali per la richiesta di una proroga siano posti in essere nel rispetto dei tempi che sono assai ristretti. Non ci si può permettere di arrivare tardi.”
“La questione Novaceta – continua Gandolfi – va affrontata in tutti i suoi aspetti. Da un lato bisogna riflettere su cosa si può e si deve fare per il futuro; dall’altro non possiamo però dimenticare il passato e ciò che ha prodotto la situazione che oggi ci troviamo ad affrontare. Nel 2003 la Novaceta era una delle realtà industriali più sane del nostro territorio, se oggi i lavoratori di quell’azienda si trovano in cassa integrazione e non sanno quale sarà il loro futuro è perchè qualcuno ha voluto speculare sulla loro pelle. Se passa questo meccanismo volto a fare profitto con della becera macelleria industriale, il rischio è che quello che è successo in questi anni a Magenta, un domani possa essere ripetuto in un’altra parte del nostro territorio coinvolgendo altre realtà industriali sane. Non possiamo permettere che ciò avvenga. Serve un segnale forte della politica nei confronti di coloro che si spacciano come imprenditori avendo invece un animo da speculatori.”
“Per quanto concerne invece il futuro, – aggiunge Gandolfi – da quanto emerso oggi in commissione, sembra ormai appurato che invece di mettere in sicurezza i macchinari si sta portando avanti il loro smantellamento. Questo complica tutta la situazione perché diventa difficile pensare ad un rilancio dell’azienda nel momento in cui si smantellano i macchinari. Il realismo politico ci induce quindi a dover spostare il ragionamento nell’ottica di una reindustrializzazione del sito produttivo. Condizione indispensabile affinché ciò si realizzi è che il Comune, senza se e senza ma, chiarisca che la destinazione d’uso di quell’area è e resterà ad uso industriale, in modo da stroncare sul nascere qualsiasi tentazione di speculazione che andrebbe a danno dei lavoratori, delle loro famiglie e del territorio, consentendo di porre in essere le condizioni indispensabili per poter sperare che nel prossimo futuro qualche imprenditore serio decida di investire in questo sito industriale.”
Conclude poi Gandolfi: “La Provincia, il Comune di Magenta e la Regione Lombardia devono essere parte attiva nella ricerca di imprenditori che vogliano restituire quel futuro ai lavoratori che qualcuno intento solo alle speculazioni ha tentato di cancellare.

Milano, 11 gennaio 2012
Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano

Annunci

COMUNICATO STAMPA

Presidio lavoratori Novaceta
Gandolfi (Italia dei Valori): “Tutelare i lavoratori attraverso il rilancio dell’azienda. La Giunta Podestà dia attuazione concreta alla mozione approvata all’unanimità dal Consiglio Provinciale

Il Consiglio Provinciale di Milano lo scorso ottobre ha approvato all’unanimità una mozione per tutelare il futuro dei lavoratori della Novaceta. Un atto doveroso verso queste persone e le loro famiglie che da tre anni vivono una situazione a dir poco drammatica. I 149 lavoratori dell’azienda magentina, produttrice di filo di acetato di cellulosa, ormai da anni vivono appesi a un filo.”
È quanto afferma il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, a margine del presidio dei lavoratori della Novaceta iniziato questa mattina davanti alla sede di Unicredit in piazza Cordusio a Milano.
Nella mozione – prosegue Gandolfi – si impegnava il Consiglio e la Giunta provinciale affinché, prima di tutto, fosse garantito il sussidio di cassa integrazione per tutto il 2012. Il prossimo 23 gennaio, infatti, per i 149 lavoratori scade la CIG e dovrebbe partire la procedura di mobilità. Sarebbe un disastro per le famiglie di quei 149 lavoratori. È evidente che la proroga della cassa integrazione è vincolata a quello che sarà il futuro dell’azienda e proprio per questo nella mozione si chiede anche che la Provincia si attivi presso le altre istituzioni competenti presenti sul territorio (Regione Lombardia e Comune di Magenta), per verificare l’eventuale presenza sul mercato di soggetti che possano favorire l’ingresso di nuovi capitali e far ripartire le attività lavorative all’interno del medesimo sito.
Conclude poi Gandolfi: “L’azienda dispone di un patrimonio umano e professionale che deve tornare ad essere messo nelle condizioni di poter operare al meglio attraverso una riqualificazione dell’attività produttiva del sito. Non ci accontentiamo dei buoni propositi, chiediamo alla Giunta provinciale di produrre fatti concreti in applicazione di quella che è stata la volontà politica manifestata all’unanimità dal Consiglio Provinciale.”

Milano, 9 gennaio 2012
Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano