Posts contrassegnato dai tag ‘partecipate’

Partecipate

Gandolfi (Italia dei Valori): Grave il “pesce d’aprile” di Podestà su delibere urgenti

 

Delibere urgenti come quelle sulla vendita delle partecipate della Provincia che avremmo dovuto analizzare oggi in Commissione implicano necessariamente la presenza del Presidente della Provincia.

È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi.

c9d13f15329ca128d09bd36f3e50cd86Proprio per questa ragione, venendo incontro agli impegni del Presidente, era stata fissata la data di oggi, 1 aprile alle ore 16.30. Invece, nello sconcerto di tutti, Guido Podestà, nel giorno del suo compleanno ci ha regalato un “pesce d’aprile” di pessimo gusto con la sua assenza per impegni imprevisti, ma di cui alcuni sapevano già ieri. Un’assenza ingiustificata e ingiustificabile che i più maliziosi potrebbero ricondurre alla sua scelta di candidarsi pesce_daprile_alle prossime europee. Speriamo non sia questa la motivazione, perché in Europa bisogna andarci avendo dimostrato serietà negli impegni che si sono assunti in patria e, oggi, il Presidente Podestà ha messo in imbarazzo la sua stessa maggioranza. Il Gruppo dell’Italia dei Valori, di concerto con le altre forze politiche di minoranza, ha deciso di abbandonare l’aula della Commissione non essendoci i presupposti fondamentali per entrare nel merito delle delibere. Assente oggi, Podestà ha fatto sapere che non ci sarà neppure mercoledì e neanche giovedì.”

Conclude poi Gandolfi: “Un Presidente della Provincia di Milano, anche se l’ente è agli ultimi giorni di vita prima del passaggio a Città Metropolitana, ha il dovere di portare a termine il suo mandato con maggiore impegno e serietà.”

 

Milano, 1 aprile 2014

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Annunci

COMUNICATO STAMPA

Serravalle

Gandolfi (Italia dei Valori): Tutti i nodi vengono al pettine

imagesL’asta andata deserta per il bando di vendita della società Milano Serravalle Spa rappresenta l’ennesimo fallimento di questa amministrazione provinciale e di chi è stato scelto per gestire la governance delle partecipate, in questo caso Asam. Come si suol dire: tutti i nodi vengono al pettine.

Ha dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, in merito alla vicenda del bando di Serravalle andato deserto.

È evidente che ci siano dei problemi di mercato: ad appesantire il bando non ci sono solo i 660 milioni di base d’asta ma anche 600 milioni per far partire i project financing  del futuro polo autostradale con Pedemontana controllata al 68% e Tem al 22%. Il problema adesso è capire quale strategia intende mettere in campo l’amministrazione Podestà per garantire le risorse economiche necessarie al completamento delle infrastrutture nel rispetto del cronoprogramma che in molti casi ha una scadenza inderogabile: Expo 2015. Podestà venga in aula domani stesso a relazionare sulla situazione per chiarire cosa intende fare sia sul piano strategico sia su quello manageriale. Molte le perplessità sul Direttore Generale di Asam, Carmen Zizza. In data 28 marzo come gruppo Italia dei Valori abbiamo presentato un’interrogazione, alla quale non abbiamo ancora avuto risposta, proprio in merito ad alcune dichiarazioni quantomeno inopportune rilasciate alla stampa. Dichiarazioni che avevano suscitato perplessità anche in molti esponenti autorevoli della maggioranza a Palazzo Isimbardi.”

Conclude poi Gandolfi: “Podestà abbia il coraggio di ammettere i propri errori nella scelta delle persone e di cambiarle.”

Milano, 10 luglio 2013

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Commissario Italia dei Valori di Milano città e provincia

COMUNICATO STAMPA

 

Partecipate Provincia

Gandolfi (Italia dei Valori): Podestà smetta di giocare a Monopoli e relazioni in aula

Non è pensabile che Podestà decida le strategie delle partecipate in capo alla Provincia senza aver relazionato e aver consultato il Consiglio.

È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi a seguito del dibattito tra il presidente della Provincia e l’assessore regionale alle Infrastrutture Cattaneo.

Podestà viene in aula solo quando gli fa comodo. Lo abbiamo visto quando per modificare lo Statuto di Serravalle serviva il voto del Consiglio, da allora in poi, per quanto concerne le partecipate, c’è stato un silenzio assordante nella sede istituzionale in cui dovrebbe avvenire il dibattito politico. Si parla di Serravalle, dell’ipotesi di scendere sotto il 51 per cento vendendo parte delle quote, si parla di Tem, BreBeMi e Pedemontana come infrastrutture onerose ma necessarie e che probabilmente non vedranno la luce entro l’Expo. Ora si è aggiunta Sea. È necessario – continua Gandolfi – che si prendano delle decisioni e che ci sia un confronto aperto e trasparente tra le forze politiche nelle sedi istituzionali. Il rischio che infrastrutture fondamentali per il territorio non siano pronte per il 2015 per mancanza di fondi è inconcepibile ed è una eventualità che va scongiurata a tutti i costi. Podestà prima o poi dovrà anche porsi il problema del futuro. Le Province hanno una vita breve di fronte a loro e una volta abolite cosa sarà delle partecipate? Le lasceremo in regalo al Comune di Milano? Alla Regione Lombardia? Si affronti il problema oggi, invece di rinviare continuamente a domani, quando potrebbe essere troppo tardi. Palazzo Isimbardi non ha i soldi da mettere in Serravalle, che giorno dopo giorno è sempre più con l’acqua alla gola. Le infrastrutture vanno realizzare. Un errore in tal senso sarebbe imperdonabile. Si vendano le quote di Pedemontana. È l’opera più costosa alla quale ad oggi servono circa 3,6 miliardi di euro per essere completata ed è anche quella più distante dagli interessi di stretta competenza della provincia di Milano.

Conclude poi Gandolfi: “Mi auguro che il presidente Podestà smetta di giocare a Monopoli e venga in Consiglio Provinciale a relazionare su quelli che sono i progetti che intende portare avanti, verificando se l’organo politico condivide o meno le strategie che ha in mente sulle partecipate.

Milano, 3 febbraio 2012

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano

6,95% alle elezioni provinciali del 2009 – secondo gruppo di opposizione per volontà del popolo sovrano