Posts contrassegnato dai tag ‘Pioltello’

Ex Lucchini-Artoni

Gandolfi (Italia dei Valori): Massima attenzione alla bonifica. Il futuro si costruisca con cura.

 

Sulla ex Lucchini-Artoni è necessario continuare ad avere la massima attenzione affinché l’area venga effettivamente bonificata come si deve e sia garantita la salute dei cittadini.

Ha dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi.

operazione-sottosopra_2-300x201Si tratta di una vicenda delicata che oltre alle legittime proteste dei cittadini durate anni, ha visto anche un’indagine giudiziaria. Il futuro di quella che, fino a poco tempo fa, era una ditta che si occupava di lavorazione di bitume, sembra andare nella direzione di una riqualificazione che porterebbe alla creazione di un polo logistico e commerciale. Si eviti però di avere troppa fretta di considerare già in cassa i soldi dei futuri oneri di urbanizzazione e si ponga la massima attenzione alle problematiche segnalate dal Wwf per la salvaguardia dei fontanili Borromeo e Simonetta, senza sottovalutare l’impatto sulla viabilità dei mezzi pesanti. Il futuro – continua Gandolfi – va costruito con la massima attenzione su tutti gli aspetti, senza sottovalutarne nessuno. Condizione necessaria e indispensabile è però la bonifica dei terreni. Bene ha fatto la Provincia a ribadire questo punto nello scritto che ha fatto pervenire alla Conferenza dei Servizi svoltasi lo scorso 25 febbraio, ma vista l’importanza e la delicatezza della vicenda, oltre al parere scritto, avrebbe fatto bene a garantire anche la presenza con un rappresentante politico dell’amministrazione provinciale, anche in virtù del fatto che nel corso degli anni sulla ex Lucchini-Artoni sono state presentate diverse interrogazioni in Consiglio Provinciale e si sono tenute diverse riunioni della Commissione Ambiente con l’audizione di tecnici e dei Comitati di cittadini. Segno inequivocabile che la vicenda richiede la massima attenzione. Mi auguro che per il futuro l’assessore provinciale competente, Cristina Stancari, accolga il suggerimento.”

Conclude poi Gandolfi: “Dalle istituzioni ci si attendono anche segnali politici e la presenza di un assessore ad una Conferenza di Servizi sarebbe un segnale importante per testimoniare la massima attenzione della politica al tema e un esempio che anche le altre istituzioni si sentirebbero in dovere di seguire, prime fra tutte la Regione.”

Milano, 28 febbraio 2014

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Annunci

Bonifica Ex Sisas

Gandolfi (Italia dei Valori): Istituzioni tutelino cittadini

 

104478L’operazione eseguita questa mattina dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Milano, in relazione alla bonifica dell’area ex Sisas sul territorio di Pioltello-Rodano, non fa altro che confermare i nostri dubbi e le nostre preoccupazioni.

È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi.

Non si parla solo di truffa ai danni dello Stato, ma anche di smaltimento illecito di rifiuti e del conseguente danno all’ambiente e alla salute dei cittadini. Nell’inchiesta sono coinvolte sei persone, da questa mattina agli arresti, e 38 indagati a piede libero tra cui diversi funzionari pubblici. Nel 2011 – continua Gandolfi –come Gruppo Italia dei Valori in Provincia di Milano abbiamo presentato un’interrogazione sui lavori ad opera della società Daneco e, in particolare, sul fatto che questa stesse rispettando non solo il cronoprogramma, ma anche le procedure di bonifica dell’area e la decontaminazione dei mezzi. Peccato che dal 2011 ad oggi a quella nostra interrogazione non sia mai seguita una risposta. Ora, apprendiamo che tra gli indagati c’è anche l’ex direttore qualità dell’Ambiente ed Energia della Provincia di Milano, in quel ruolo dal 2009 al 2012. Credo che siano ancora molte le cose da chiarire. Ricordo quel 28 marzo 2011, giorno in cui il commissario europeo per l’Ambiente Janez Potočnik in una conferenza stampa in Regione Lombardia, alla quale avevano preso parte anche il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo e il governatore Roberto Formigoni, dichiarava ‘Sono felice di annunciare che il sito è stato finalmente ripulito dai rifiuti’. Peccato che non sia andata così e che oggi tra gli arrestati spunti il nome del commissario straordinario Luigi Pellagi, braccio destro dell’ex ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo.”

Conclude poi Gandolfi: “La giustizia farà il suo corso per accertare le responsabilità e siamo fiduciosi sul fatto che verrà fatta chiarezza, certo, resta l’amarezza che in questi anni c’è sempre stata l’ombra di un fumo nero e le istituzioni non sono riuscite ad evitarlo: ora, tutelino i cittadini”

 

Milano, 22 gennaio 2014

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di MilanoPianta-Area-Ex-Sisas-Discariche

Tangenti Pioltello

Gandolfi (Italia dei Valori): Il Pd non metta la testa sotto la sabbia, elezioni subito

 

Visto quanto accaduto ieri a Pioltello con l’arresto per tangenti del primo cittadino Antonello Concas, abbiamo fatto bene a suo tempo come Italia dei Valori a non sostenere la candidatura di Concas a sindaco, presentando un nostro candidato, Roberto Biolchini e, col senno di poi, fece bene Biolchini concasa non accettare accordi con Concas dopo le elezioni, con tutto quello che tale scelta ha comportato.

È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, anche Commissario IDV di Milano provincia.

Visti i fatti che hanno portato all’arresto del sindaco non è accettabile ora fare come gli struzzi e mettere la testa sotto la sabbia. Le dimissioni di Concas sono un atto dovuto, un dovere politico e di rispetto nei confronti dei cittadini. Si torni subito al voto per garantire a Pioltello un governo della città senza ombre. Mi lascia perplesso e mi delude la nota diffusa dal Pd pioltellese secondo cui bisognerebbe andare avanti come se nulla fosse accaduto. Spero che dopo aver letto i contenuti delle intercettazioni cambino la loro posizione politica. Non si può tergiversare.”

Conclude poi Gandolfi: “La magistratura farà il suo corso e stabilirà le colpe oggettive, facendo tesoro dell’ampio materiale raccolto in oltre  due anni di indagini e intercettazioni.  A livello politico però non ci possono essere dubbi: si torni al voto subito!”

 

Milano, 12 dicembre 2013

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Commissario Italia dei Valori di Milano provincia

COMUNICATO STAMPA

 

Safra-Esselunga

Gandolfi (Italia dei Valori): Provincia mantenga impegno e convochi le parti in Commissione

 

Prima di Natale avevamo dedicato una seduta della Commissione Lavoro provinciale alla vicenda della Safra Esselunga di Pioltello. Avevamo audito i rappresentanti dei lavoratori della Cooperativa Safra che avevano denunciato situazioni molto gravi che meritavano un ulteriore approfondimento. Il 21 dicembre ci eravamo lasciati con l’intento comune di riconvocare la Commissione a gennaio per sentire anche le altri parti in causa: la proprietà di Esselunga e i dirigenti della Cooperativa Safra. Siamo ormai a metà febbraio senza aver visto mantenuto quell’impegno.

Ha così esordito il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi durante la seduta della commissione Lavoro tenutasi oggi a Palazzo Isimbardi.

Non possiamo fare finta di nulla continua Gandolfi nei confronti di una situazione che appare ancora in alto mare. Ieri i lavoratori hanno protestato davanti alla sede del Tribunale di Milano, la scorsa settimana hanno bloccato i lavori del Consiglio comunale di Pioltello. Non si può andare avanti così.”

Conclude poi Gandolfi: “Siamo tutti consapevoli che la situazione è delicata e che ci possano essere delle indagini in corso, ma è nostro dovere andare a fondo sentendo tutte le parti coinvolte e cercando di mettere tutti attorno ad un tavolo alla ricerca di soluzioni condivise.

 

Milano, 15 febbraio 2012

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano

6,95% alle elezioni provinciali del 2009 – secondo gruppo di opposizione per volontà del popolo sovrano

COMUNICATO STAMPA

 

Safra Esselunga a Pioltello

Gandolfi (Italia dei Valori): Vi sia disponibilità al confronto e al dialogo da parte di tutti.

Premesso che siamo tutti concordi nel condannare con fermezza coloro che fanno degenerare nella violenza delle manifestazioni che invece dovrebbero mantenersi su un piano di protesta pacifica e civile. Questo è un punto che do per scontato. Come vorrei poter dare per scontato il fatto che vi sia un obiettivo comune: quello di garantire condizioni di lavoro che rientrino nell’alveo della normalità, intesa come pieno rispetto della dignità umana e dei diritti dei lavoratori previsti dalle leggi vigenti.”

È quanto afferma il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, sulla questione dei lavoratori della cooperativa Safra che opera all’interno dell’Esselunga di Limito a Pioltello.

Se l’obiettivo finale è condiviso da tutti gli attori coinvolti, – continua Gandolfi – e sono portato a sperare che lo sia, allora è utile che ciascuna delle parti in causa metta da parte eventuali rancori e si sieda attorno ad un tavolo per discutere in modo civile di tutte quelle questioni che, evidentemente mai risolte fino ad ora, hanno originato le legittime proteste dei lavoratori.

Nella Commissione Lavoro svoltasi l’altro giorno in Provincia,  – prosegue Gandolfi – tra le tante cose che si sono dette, si è anche deciso di convocare dopo le feste una ulteriore seduta di approfondimento sul tema. Sarà un’utile occasione per sentire anche l’altra parte in causa, quella che fino ad ora non si è fatta vedere ai tavoli, limitandosi a dichiarazioni rilasciate alla stampa. Credo sia più utile a tutti cambiare metodo. Sulle varie situazioni che fino ad ora abbiamo affrontato in Provincia siamo sempre stati abituati ad ascoltare la voce di tutte le parti coinvolte, ma perché ciò possa avvenire c’è una condizione necessaria: che si presentino in Commissione ad esporre il loro punto di vista.

Conclude poi Gandolfi: “È interesse di tutti avere un quadro completo della situazione. Nessuno ha verità o posizioni preconcette. Ma deve anche essere interesse di tutti ricercare una soluzione condivisa con la massima disponibilità ad ascoltare le ragioni della parte opposta, ciascuno pronto a fare un piccolo passo indietro nell’interesse comune di una risoluzione civile della questione.

Milano, 23 dicembre 2011

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano