Posts contrassegnato dai tag ‘politica’

15577951_10154471755182740_1984811038282735618_o

Sintesi video della partecipazione di Luca Gandolfi (IdV) a “Aria Pulita” in diretta su 7 Gold Telecity, canale 15 e 515 del digitale terrestre, mercoledì 14 dicembre 2016 dalle 7.00 alle 9.00. Condotto da Simona Arrigoni

Ospiti della puntata:

LUCA GANDOLFI (Italia dei Valori)

ROSARIA IARDINO (Partito Democratico)

ANDREA MASCARETTI (Forza Italia)

FABIO MERONI (Lega Nord)

 

Argomenti trattati:

governo Gentiloni, esito referendum, IMU e TASI, lavoro, democrazia diretta, legge elettorale, voto, casa e affitti

 

editing video della sintesi a cura di Luca Gandolfi

Sintesi di Luca Gandolfi (IdV) a “Aria Pulita” su 7 Gold – 14.12.2016

 

Annunci

referendum_confermativo_20161204_italia

Gli italiani hanno scelto e mi auguro che il messaggio politico non sia frainteso come accade spesso.

Abbiamo scelto di non farci abbindolare dai tanti specchietti per le allodole posti ad arte nella riforma.

Gli italiani non sono contrari al cambiamento, sono semplicemente contrari a questa formula di cambiamento. I cittadini vogliono essere sempre più protagonisti della politica, della scelta di chi li rappresenta nelle istituzioni ed anche del decision making.

Questa riforma non rispondeva a queste semplici indicazioni che da anni sono chiare, ma che nei palazzi evidentemente sono difficili da comprendere o da digerire.

Ora torniamo alla democrazia, quella in cui i cittadini scelgono tra diverse opzioni di progetti politici e tra chi viene scelto (dai cittadini) per attuarli.

Buona democrazia e buona politica a tutti.

referendum_si_noReferendum confermativo sulla riforma alla Costituzione Italiana. SI o NO?

Da mesi ormai ascolto dibattiti e leggo articoli, interviste, commenti e opinioni espresse on line sui vari social, in molti casi sembrano dei copia e incolla di testi preparati da altri, sia in un verso che in quello opposto.

Mi permetti di suggerire, a chi ancora non l’avesse fatto, di scaricarsi il testo della modifica costituzionale nella versione con testo a fronte, ovvero con il confronto tra il testo vigente con quello nuovo e poi valutate con la vostra testa senza farvi condizionare dal teatrino della politica che si vede sui media.

Il senso del referendum confermativo è quello di sapere cosa pensano i cittadini, proprio per questo ho sempre ritenuto fuori luogo che i partiti dessero delle indicazioni di voto, del resto del tutto inutili visto che in ogni partito ci sono persone profondamente convinte per l’una e per l’altra parte.

Ragionate in piena autonomia, non fatevi condizionare da nessuno, non affidatevi alle opinioni di altri e scegliete come votare.

Buon voto e buona democrazia a tutti.

schermata-2016-11-11-alle-10-28-27

Sintesi video della partecipazione di Luca Gandolfi (Italia dei Valori) a “Aria Pulita” in diretta su 7 Gold Telecity, canale 15 e 515 del digitale terrestre, giovedì 10 novembre 2016 dalle 7.00 alle 9.00. Condotto da Simona Arrigoni
Ospiti della puntata:
LUCA GANDOLFI (Italia dei Valori)
ROSARIA IARDINO (Partito Democratico)
PIETRO TATARELLA (Forza Italia)
ALESSANDRO MORELLI (Lega Nord)

Argomenti trattati: Donald Trump nuovo Presidente USA, sanità, case popolari, carceri, giustizia, Unione Europea e altro

editing video della sintesi a cura di Luca Gandolfi

Luca Gandolfi (IdV) a Aria Pulita su 7 Gold Telecity 10.11.2016 (sintesi video)

regionali_calabria_1_urne_ansaAlle regionali in Emilia vota solo il 37,7% degli aventi diritto ma per Renzi è solo “un fatto secondario”. Vi stupite? Io no. Anzi direi che è ovvio che per uno che governa il Paese senza essere passato da elezioni politiche il voto è un aspetto secondario. E nel caso vi fosse qualcuno debole di memoria, ricordo che le primarie di coalizione per scegliere chi doveva essere il candidato premier le ha vinte Bersani e Renzi le ha perse. Ormai è chiaro: per Renzi le votazioni sono “un fatto secondario”. Curioso, per non dire grottesco, che sia il Segretario di un partito che porta nel suo nome il termine “Democratico”. Per dirla alla Di Pietro: ma che c’azzecca?

Mi domando quale legittimazione politica a governare possa avere un Presidente di Regione che in un sistema di democrazia rappresentativa ha vinto delle elezioni in cui sono andati a votare meno del 40% degli aventi diritto. In Italia, in base a quanto stabilito dall’Art. 75 della Costituzione, se in una tornata referendaria non vota almeno il 50% + 1 degli aventi diritto il risultato del referendum non è valido. A maggior ragione dovrebbe valere per le elezioni dei rappresentanti del popolo sovrano nelle istituzioni. A qualsiasi livello. Altrimenti che democrazia rappresentativa è?

Luca Gandolfi