Posts contrassegnato dai tag ‘Serravalle’

Rho-Monza

Gandolfi (Italia dei Valori): Va rinviata a dopo Expo

Il rischio che all’inizio di Expo ci si ritrovi con i cantieri della Rho-Monza ancora aperti è sempre più alto. Inoltre, non si è risolto il grave problema del tratto di Paderno nel quale sarebbe opportuno l’interramento. Il risultato sarebbe quello di ritrovarsi con grossi problemi viabilistici, senza per altro aver trovato una soluzione idonea a garantire la salute dei cittadini padernesi. Si recuperi un po’ di buon senso e si rinvii tutta l’opera a quando vi saranno le disponibilità economiche necessarie all’interramento e non vi siano vincoli temporali legati a manifestazioni importanti come Expo.”

È quanto dichiarato dal Capogruppo di Italia dei Valori Luca Gandolfi, durante la Commissione Garanzia e Controllo da lui presieduta, tenutasi oggi a Palazzo Isimbardi.

1534946_10203086872395507_1191805452_o“Lo stesso presidente di Serravalle, Agnoloni, ha più volte espresso alcune preoccupazioni in merito. Oggi la Commissione aveva all’ordine dei lavori proprio la sua audizione. Purtroppo non ha potuto partecipare per ragioni di salute di cui ci ha informato all’ultimo momento. Apprezzo la disponibilità del Presidente Podestà che è intervenuto sull’argomento. Lo stesso Presidente ha condiviso le perplessità riguardo all’eventualità che ci si ritrovi con cantieri così importanti ancora aperti durante Expo.”

Conclude poi Gandolfi: “Per le istituzioni la priorità deve essere quella di fare progetti utili e in grado di garantire la salute dei cittadini.”

Milano, 12 febbraio 2014

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Annunci

Serravalle.

Gandolfi (IdV): “Il silenzio è d’oro”

“Il tempo e l’esperienza dovrebbero averci insegnato che a volte il silenzio e’ d’oro. Quanto proposto con l’emendamento alla Legge ‘Svuota Province’
img199620presentato dagli onorevoli Bressa e Centemero,che di fatto prevede il trasferimento delle azioni Serravalle in quota alla Provincia a Regione Lombardia, non solo è inopportuno, ma rischia di creare un danno”. 

E’ il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi.

“Inopportuno perché ad oggi con la ridefinizione degli enti pubblici e la nascita della futura Città Metropolitana c’è già abbastanza confusione. Serravalle ha bisogno di chiarezza, di una governance chiara e di un piano strategico affinché si garantisca il prosieguo e la conclusione delle grandi opere. Dannosa perché è in corso un bando che scadrà il prossimo 6 dicembre per la vendita da parte della Provincia del 52,9 delle sue azioni. Non è il primo bando, gli altri due sono andati deserti. Parlare oggi di passaggio di azioni certo non rende stabile il mercato e rischia di compromettere eventuali investitori. A volte, il silenzio e’ d’oro e tutti gli attori in questo momento dovrebbero sentire la responsabilità di un’operazione finanziaria complessa e delicata. Lo diciamo noi che non abbiamo votato a favore di nessuna delle delibere in Consiglio Provinciale che prevedeva la vendita delle azioni Serravalle”.

 

Milano, 21 novembre 2013

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

COMUNICATO STAMPA

Serravalle

Gandolfi (Italia dei Valori): Tutti i nodi vengono al pettine

imagesL’asta andata deserta per il bando di vendita della società Milano Serravalle Spa rappresenta l’ennesimo fallimento di questa amministrazione provinciale e di chi è stato scelto per gestire la governance delle partecipate, in questo caso Asam. Come si suol dire: tutti i nodi vengono al pettine.

Ha dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, in merito alla vicenda del bando di Serravalle andato deserto.

È evidente che ci siano dei problemi di mercato: ad appesantire il bando non ci sono solo i 660 milioni di base d’asta ma anche 600 milioni per far partire i project financing  del futuro polo autostradale con Pedemontana controllata al 68% e Tem al 22%. Il problema adesso è capire quale strategia intende mettere in campo l’amministrazione Podestà per garantire le risorse economiche necessarie al completamento delle infrastrutture nel rispetto del cronoprogramma che in molti casi ha una scadenza inderogabile: Expo 2015. Podestà venga in aula domani stesso a relazionare sulla situazione per chiarire cosa intende fare sia sul piano strategico sia su quello manageriale. Molte le perplessità sul Direttore Generale di Asam, Carmen Zizza. In data 28 marzo come gruppo Italia dei Valori abbiamo presentato un’interrogazione, alla quale non abbiamo ancora avuto risposta, proprio in merito ad alcune dichiarazioni quantomeno inopportune rilasciate alla stampa. Dichiarazioni che avevano suscitato perplessità anche in molti esponenti autorevoli della maggioranza a Palazzo Isimbardi.”

Conclude poi Gandolfi: “Podestà abbia il coraggio di ammettere i propri errori nella scelta delle persone e di cambiarle.”

Milano, 10 luglio 2013

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Commissario Italia dei Valori di Milano città e provincia

NEWSLETTER SULLA PROVINCIA DI MILANO
di Luca Gandolfi

 

Riassunto del Consiglio Provinciale di Milano del 25.9.2012 su Serravalle e Sea

http://www.lucagandolfi.it/consigliere/provinciale/riassunti/2012/20120925_cp_bylucagandolfi.pdf

[clicca sul link per aprire il pdf]

COMUNICATO STAMPA

 

Serravalle-Sea

Gandolfi (Italia dei Valori): Voto contrario alla delibera: nessuna garanzia che infrastrutture siano completate

 

State facendo una scelta, non state seguendo una strada obbligata. Una scelta che non ci convince.

È quanto affermato dal capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, durante la seduta del Consiglio Provinciale di ieri durante la discussione della delibera relativa alla vendita di Serravalle.

Mettete in vendita tutto il pacchetto di Serravalle – continua Gandolfi – senza che nella delibera vi sia traccia di garanzie da chiedere all’eventuale investitore privato affinché una volta acquisita la società porti a termine le infrastrutture già in cantiere o previste. Non dimentichiamo poi che per tali infrastrutture, così importanti per il nostro territorio, ci sono anche delle scadenze temporali ben precise che si chiamano Expo 2015.

Ci auguriamo – aggiunge Gandolfi – che quello che per noi è una grave lacuna della delibera, venga invece recuperato all’interno del bando. Non si tratta di una questione marginale e dispiace che non sia stato accolto il nostro emendamento che andava in questa direzione. Garantire il compimento di opere come BreBeMi, Tem e Pedemontana era ed è un fattore cruciale. Purtroppo viviamo una condizione economica difficile che non coinvolge solo gli enti pubblici ma anche i privati, quindi non sarà affatto semplice trovare un acquirente. Ma qualora l’operazione vada a compimento, ci auguriamo, per il bene della collettività, che il futuro proprietario privato di Serravalle non segua alcuni brutti esempi di noti privati nostrani che, finché tutto va bene sono bravissimi a massimizzare i profitti, salvo poi, nei momenti di crisi, chiedere aiuto al pubblico. Facile essere sul mercato in questo modo!

Conclude poi Gandolfi: “Per questi motivi il gruppo Italia dei Valori ha scelto di votare contro a questa delibera: troppe incertezze e troppe poche garanzie per il nostro territorio e la collettività.”

 

Milano, 26 settembre 2012

Gruppo Italia dei Valori del Consiglio Provinciale di Milano