Posts contrassegnato dai tag ‘smog’

COMUNICATO STAMPA

Smog

Gandolfi (Italia dei Valori): L’assessore regionale mantenga parola su recepimento Protocollo Provincia

Smog, Gandolfi (IdV): Regione mantenga parola su recepimento Protocollo Provincia 

smogMercoledì andrà in discussione sul tavolo della Giunta regionale il nuovo Piano Aria della Regione Lombardia e questo è il momento per tenere fede agli impegni presi dall’assessore Salvemini durante la cabina di Regia sulla qualità dell’aria, che si è tenuta solo pochi giorni fa in Provincia.”

Ha così dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi

“Distretti ambientali e incentivi alla rottamazione possono andare bene, ma non bastano. Durante l’incontro a Palazzo Isimbardi – continua Gandolfi è stato chiesto all’unanimità che la Regione facesse proprio il Protocollo firmato lo scorso anno dalla Provincia e da una trentina di comuni dell’hinterland. Mi auguro che si mantenga questo intento e che sia stato recepito nel Piano Aria della Regione. In caso contrario, tutte le buone intenzioni degli amministratori locali verranno vanificate da interventi a macchia di leopardo e non supportati dalla giusta comunicazione che necessitano.”

Conclude poi Gandolfi: “È evidente che le misure contro l’inquinamento vadano rafforzate, ma serve farlo su larga scala.”

Milano, 05 novembre 2012

Gruppo Italia dei Valori del Consiglio Provinciale di Milano

Annunci

COMUNICATO STAMPA

 

Smog

Gandolfi (Italia dei Valori): Condivisi gli obiettivi, si passi ai fatti

 

L’obiettivo non deve essere la “riduzione” dell’inquinamento dell’aria, bensì l’eliminazione” così ha esordito oggi il nuovo assessore regionale all’Ambiente, Leonardo Salvemini.

Sposiamo a pieno e facciamo nostre le parole dell’assessore regionale – ha dichiarato oggi in aula a Palazzo Isimbardi il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano, Luca Gandolfi –  Non vorremmo però che questa ritrovata sensibilità nei confronti dell’ambiente rimanga nel novero delle belle parole, di cui è piena la politica. Apprezziamo la sensibilità ambientale che abbiamo riscontrato nell’intervento dell’assessore regionale e la consideriamo la vera novità di questa riunione della Cabina di Regia, dopo anni in cui su temi dell’ambiente e dell’inquinamento era proprio la Regione la grande assente. L’assessore Salvemini sa meglio di chiunque altro che il suo è un incarico pro tempore con tempi assai ristretti. Stabilito che gli obiettivi sono pienamente condivisi, si passi da subito ai fatti.

E un primo provvedimento – continua Gandolfi – chiaro ed efficace che la Regione Lombardia può adottare già da domani è quello di inserire all’interno delle proprie normative il Protocollo d’Intesa sottoscritto un anno fa dalla Provincia e da una trentina di Comuni dell’hinterland. Questo garantirebbe una maggiore efficacia dei provvedimenti attraverso una adozione uniforme degli stessi su tutto il territorio, invece di vedere adozioni a macchia di leopardo che fanno perdere del tutto o in gran parte l’efficacia potenziale che potrebbero avere i provvedimenti adottati. La Provincia ha la possibilità di convocare il tavolo con tutti i comuni del territorio o, come fa da un anno, la Cabina di Regia: momenti di confronto, ma il grave limite di non poter imporre l’adozione dei provvedimenti condivisi su larga scala. Potere che invece la Regione ha.”

Conclude poi Gandolfi: “E’ chiaro che qualsiasi provvedimento, anche quello più efficace, se non adottato in modo coordinato e uniforme su tutto il territorio ha effetti assai limitati e non è in grado di incidere sulla risoluzione del problema. È necessario, anzi indispensabile, che la Regione recuperi e svolga a pieno il suo ruolo e divenga la vera cabina di regia sia per le misure di emergenza, sia soprattutto per quelle strutturali volte a produrre effetti positivi nel medio e lungo periodo.”

 

Milano, 30 ottobre 2012

Gruppo Italia dei Valori del Consiglio Provinciale di Milano

COMUNICATO STAMPA

 

Smog

Gandolfi (Italia dei Valori): Cabina di regia in Provincia non sia solita farsa inconcludente

 

I dati di Legambiente sui livelli di inquinamento sono a dir poco allarmanti.  Il trasporto su strada resta il maggiore responsabile delle concentrazioni di Pm10 e, nonostante le positive azioni intraprese dall’amministrazione Pisapia per incentivare una mobilità ecosostenibile, la strada è ancora lunga.

Ha dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi.

Il problema va affrontato anche su scala più vasta. Tutte e dieci le centraline Arpa, dislocate nella Provincia di Milano, hanno segnalato un aumento elevato dei valori di media del Pm10. È evidente che non si tratti di un problema legato al comune capoluogo. Domani – continua Gandolfi – in Provincia si terrà la prima riunione della Cabina di regia istituita l’anno scorso dopo i ripetuti fallimenti delle inconcludenti riunioni del tavolo con i sindaci dei 134 comuni. Ci auguriamo che i risultati siano diversi e soprattutto con misure concrete e realmente efficaci nell’ottica di attuare strategie comuni e condivise per ridurre il fenomeno dello smog. Obiettivo deve essere non solo fare il punto sulla situazione della qualità dell’aria nel territorio vasto della provincia, ma anche concordare e coordinare nuove azioni previste dal Protocollo di intesa per il miglioramento della qualità dell’aria firmato a dicembre 2011.

Conclude poi Gandolfi: “Ci auguriamo che quest’anno la sensibilità e la partecipazione siano migliori. Non serve studiare grandi strategie se poi non sono condivise e soprattutto attuate da tutti i comuni dell’hinterland. La riunione di domani avrà la particolarità di essere convocate in modo congiunto con i lavori della Commissione Ambiente provinciale (gettonata per molti dei consiglieri provinciali che vi prenderanno parte). Forse un modo per vedere una maggiore partecipazione rispetto ai tavoli con i sindaci a cui erano presenti solo una minoranza dei 134 comuni, con provvedimenti che venivano poi adottati a macchia di leopardo.”

 

Milano, 29 ottobre 2012

Gruppo Italia dei Valori del Consiglio Provinciale di Milano

COMUNICATO STAMPA

 

Smog

Gandolfi (Italia dei Valori): L’amministrazione provinciale fa solo spot: tanto fumo e niente arrosto

 

Un bello spot pubblicitario che trova però poca efficacia se promosso a metà febbraio.

È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi a seguito della presentazione avvenuta a Palazzo Isimbardi di “Inquino meno, vivo meglio”.

Non ci sono dubbi – aggiunge Gandolfi – che le iniziative di educazione ambientale siano utili, soprattutto se fatte ai bambini. Appare però demagogico sostenere che l’adozione di piccole azioni quotidiane da parte dei cittadini sia sufficiente ad abbassare il livello dell’inquinamento, dirlo a metà febbraio appare tardivo, soprattutto se si voleva fare prevenzione. Provvedimenti come abbassare la temperatura negli edifici di qualche grado o lavare le strade in modo da eliminare i residui di Co2, andavano messi in pratica da subito, senza attendere “l’emergenza” che si ripropone puntualmente ogni anno.

In Provincia – continua Gandolfi – si è partiti tardi e si è discusso troppo a scapito, invece, di quelle che potevano essere azioni concrete da mettere in campo. Il tavolo dei sindaci (scarsamente partecipato) e ora la ridotta “cabina di regia”, appaiono come delle pallottole spuntate e incapaci di predisporre strumenti realmente efficaci, visto che non sono in grado di prendere decisioni da fare applicare su tutto il territorio provinciale, ma solo di formulare proposte che ciascun comune è libero di disattendere. I dati presentati dallo studio delle tre Università (Cattolica, Bocconi, Bicocca) dimostra che traffico e utilizzo dell’auto continuano ad essere i fattori di maggiore inquinamento. Disincentivare l’uso della macchina e favorire l’utilizzo della mobilità ecosostenibile diventa quindi strategico, ma è un obiettivo che va perseguito con misure strutturali e non con provvedimenti emergenziali. Bisogna fare in modo che i cittadini possano andare in bicicletta in sicurezza o usare un sistema di trasporto pubblico efficiente. Una filosofia che è stata intrapresa con decisione fin da subito dalla nuova amministrazione che governa Milano, con risultati già significativi.

Conclude poi Gandolfi: “L’amministrazione provinciale guidata da Podestà invece tende a fare tanto fumo e poco arrosto.

 

Milano, 15 febbraio 2012

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano

6,95% alle elezioni provinciali del 2009 – secondo gruppo di opposizione per volontà del popolo sovrano

COMUNICATO STAMPA

 

Smog

Gandolfi (Italia dei Valori): Consiglio Provinciale sullo smog: una farsa. Dopo mesi di attesa neanche il tempo per parlare

Ben vengano soluzioni comuni e tavoli di regia ma il problema è sicuramente sulla tempistica di queste azioni e sulla fattibilità di mettere in campo provvedimenti su larga scala non solo teoricamente utili, ma pragmaticamente realizzabili”

È quanto ha dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, durante il Consiglio Provinciale straordinario e monotematico sullo smog chiesto mesi fa dalle forze di opposizione.

“Quest’anno si è partiti troppo tardi, a metà ottobre; lo studio che ci è stato consegnato oggi sulle risposte fornite dai sindaci – continua Gandolfi – andava proposto prima dell’estate e i risultati dovevano essere pronti e analizzati a settembre, non a fine dicembre. Così facendo si sarebbe potuto partire per tempo e con l’entusiasmo indispensabile per lavorare insieme, oltre ad un maggiore senso di efficacia che nasce da una reale possibilità di programmare per tempo gli interventi. Solo in questo modo si può sperare di prevenire l’inquinamento, invece di inseguire i picchi in pieno marasma da sindrome di emergenza.”

“Siamo tutti d’accordo – prosegue Gandolfi – sull’accelerare il passo sulle misure infrastrutturali come il prolungamento delle metropolitane fuori Milano, ma è chiaro che stiamo parlando di cose non realizzabili nell’immediato e dai costi importanti, non certo sostenibili né dai singoli comuni, né dalla Provincia. Su altri fronti è più realistico invece intervenire. Resta certo un grande assente, Regione Lombardia che partecipa con la presenza dei soli tecnici alle riunioni, ma che di fatto non interviene quando in concreto sappiamo che sarebbe l’unico ente ad avere il potere di far attuare i provvedimenti presi in queste riunioni su vasta area, cosa che la Provincia purtroppo non ha il potere di fare. Continuiamo ad affrontare l’argomento smog a parole, con grandi propositi, altrettanti annunci, alcune polemiche sterili, ma pochi fatti. E tutti gli anni ci si ritrova punto e a capo.”

Conclude poi Gandolfi: “Sono mesi che attendiamo questo Consiglio straordinario monotematico sullo smog chiesto da tutte le forze di opposizione. È ridicolo che mi venga tolta la parola dopo dodici minuti di intervento perché considerato troppo lungo! Non prendiamoci in giro: questa non deve essere una passerella per Presidente e assessori, o un momento mediatico in cui strappare un’intervista. Dopo essere stato interrotto, per protesta il gruppo Italia dei Valori ha abbandonato l’aula in segno di protesta per questo modo a dir poco spiccio e irriverente del nostro ruolo politico. I cittadini hanno bisogno di soluzioni serie e condivise, non di chiacchiere e buoni propositi. Chiederemo un’altra seduta sul tema dove ci auguriamo si possa affrontare il tema con uno spirito decisamente diverso e soprattutto con idee concrete e praticabili.

Milano, 21 dicembre 2011

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano