Posts contrassegnato dai tag ‘SP Rho-Monza’

Rho-Monza

Gandolfi (Italia dei Valori): “Rinviare tutto a dopo Expo”

 

La Rho-Monza va fermata prima che sia troppo tardi. Dobbiamo scongiurare il rischio, sempre più reale, che i cantieri siano ancora aperti all’inizio di Expo. Cantieri che in quel caso dovrebbero essere fermati rimanendo in essere con tutti i disagi annessi e connessi, visto che durante l’Esposizione universale vige l’obbligo di fermo lavori. Si tratterebbe di una sciagura che oltre ai disagi ai residenti, aumenterebbe i problemi viabilistici invece che risolverli in una fase in cui è previsto un incremento del traffico di circa il 39%. Invito tutti a fare una seria riflessione sull’opportunità e sui vantaggi insiti nel decidere di rinviare gli interventi sulla Rho-Monza a dopo l’Expo.

fotoÈ quanto dichiarato dal capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, durante la Commissione Garanzia e Controllo da lui presieduta, tenutasi oggi a Palazzo Isimbardi, che ha visto l’audizione del presidente di Serravalle, l’avv. Marzio Agnoloni.

Lo dico in modo sobrio e scevro da qualsiasi spirito polemico. Si tratta di una riflessione figlia del buon senso. I vantaggi sono evidenti. Rinviando il tutto a dopo Expo – continua Gandolfi – non vi sarebbero più vincoli di tempo e si può sperare che la situazione economica del Paese sia in una fase meno drammatica di quella attuale, consentendo quindi di poter trovare le risorse economiche necessarie all’interramento del tratto di Paderno. Di contro, se invece si persegue con ostinazione la volontà di procedere si va contro la volontà espressa sia dai cittadini che dall’amministrazione comunale di Paderno e la storia ci insegna che con questi presupposti in Italia i tempi par la realizzazione delle opere si allungano. Impensabile anche solo ipotizzare di tenere aperti i cantieri 24 ore al giorno, cosa che andrebbe ad esasperare ulteriormente gli animi arrecando anche un danno alla salute dei cittadini che abitano nelle vicinanze dei cantieri.”

Conclude poi Gandolfi: “Per una volta almeno cerchiamo di essere concreti e di dimostrare la capacità di dare risposte non solo utili ed efficaci, ma anche condivise dal territorio. Rinviare il tutto a dopo Expo può, sotto tutti i punti di vista, risultare la soluzione aiproblemi rimasti ancora sul tavolo e servire a ripristinare quell’armonia col territorio che dovrebbe sempre essere perseguita.”

Milano, 19 febbraio 2014

Luca Gandolfi

Presidente della Commissione Garanzia e Controllo

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Annunci

Rho-Monza

Gandolfi (Italia dei Valori): Va rinviata a dopo Expo

Il rischio che all’inizio di Expo ci si ritrovi con i cantieri della Rho-Monza ancora aperti è sempre più alto. Inoltre, non si è risolto il grave problema del tratto di Paderno nel quale sarebbe opportuno l’interramento. Il risultato sarebbe quello di ritrovarsi con grossi problemi viabilistici, senza per altro aver trovato una soluzione idonea a garantire la salute dei cittadini padernesi. Si recuperi un po’ di buon senso e si rinvii tutta l’opera a quando vi saranno le disponibilità economiche necessarie all’interramento e non vi siano vincoli temporali legati a manifestazioni importanti come Expo.”

È quanto dichiarato dal Capogruppo di Italia dei Valori Luca Gandolfi, durante la Commissione Garanzia e Controllo da lui presieduta, tenutasi oggi a Palazzo Isimbardi.

1534946_10203086872395507_1191805452_o“Lo stesso presidente di Serravalle, Agnoloni, ha più volte espresso alcune preoccupazioni in merito. Oggi la Commissione aveva all’ordine dei lavori proprio la sua audizione. Purtroppo non ha potuto partecipare per ragioni di salute di cui ci ha informato all’ultimo momento. Apprezzo la disponibilità del Presidente Podestà che è intervenuto sull’argomento. Lo stesso Presidente ha condiviso le perplessità riguardo all’eventualità che ci si ritrovi con cantieri così importanti ancora aperti durante Expo.”

Conclude poi Gandolfi: “Per le istituzioni la priorità deve essere quella di fare progetti utili e in grado di garantire la salute dei cittadini.”

Milano, 12 febbraio 2014

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

COMUNICATO STAMPA

Rho-Monza

Gandolfi (Italia dei Valori): Stato e Regione trovino fondi per interramento a Paderno

Il Governo e la Regione Lombardia stanzino le risorse necessarie per l’interramento della Rho-Monza anche per la tratta di Paderno Dugnano.”

È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano, Luca Gandolfi.

rho-monza autostrada-2La posizione della Provincia di Milano non può e non deve limitarsi alla votazione espressa alla Conferenza di Servizi di lunedì. Il Consiglio Provinciale ha approvato a larghissima maggioranza giovedì scorso una mozione in cui si chiede proprio a Stato e Regione Lombardia di trovare i fondi necessari all’interramento anche del tratto padernese. Un documento politico importante, che anche noi di Italia dei Valori abbiamo sottoscritto e votato, affinché si ponga finalmente rimedio a quell’obbrobrio che il progetto attuale prevede per Paderno. L’incontro Stato-Regione previsto per giovedì è, sotto questo aspetto, fondamentale. Da un punto di vista tecnico e progettualecontinua Gandolfi la soluzione c’è ed è nota da tempo: l’interramento. Mancano solo i fondi. Una modifica che secondo noi dell’Italia dei Valori è indispensabile per rendere un’importante infrastruttura come la Rho-Monza compatibile con i territori che attraversa e le popolazioni che vi abitano. Così come si sono trovati i 55 milioni per garantire l’interramento nel tratto di Novate e Bollate, altrettanto deve avvenire per Paderno. Non possono esistere due pesi e due misure. Ma soprattutto non si possono spendere soldi per porre in essere un insulto al buon senso.”

Conclude poi Gandolfi: “Non siamo contrari a priori a una infrastruttura come la Rho-Monza, ma per noi di Italia dei Valori l’interramento anche nella tratta padernese è una condizio sine qua non. Se in questa fase di crisi economica Stato e Regione non sono in grado di trovare i fondi necessari e, allo stesso tempo, di garantire che l’opera sia pronta per Expo, allora meglio rinviare la realizzazione a tempi migliori.”

Milano, 1 ottobre 2013

Luca Gandolfi

Capogruppo Italia dei Valori in Consiglio Provinciale di Milano

Commissario Italia dei Valori di Milano città e provincia

COMUNICATO STAMPA

 

Rho-Monza

Gandolfi (Italia dei Valori): Serravalle e Giunta non possono ignorare la volontà del Consiglio Provinciale e del territorio

 

Sono molto perplesso su quanto relazionatoci dai tecnici di Serravalle.

È quanto dichiarato oggi in aula dal capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, durante la seduta della Commissione Mobilità e Trasporti sulla Rho-Monza.

Condivido  l’esigenza di fare un seconda audizione in cui si vada nuovamente a sentire i territori interessati per capire cosa pensano della relazione illustrataci oggi da Serravalle, dato che ad averla fatta sono sicuramente tecnici, ma altrettanto certamente sono di parte essendo quelli che hanno predisposto il progetto iniziale che il territorio chiede di cambiare. Come Consiglio Provinciale continua Gandolfi – il 1 dicembre 2011 con l’approvazione all’unanimità di una mozione abbiamo espresso una precisa volontà politica, quella di riaffermare il principio del rispetto dei territori e delle popolazioni che li abitano. E proprio il territorio, attraverso i comitati, ma anche attraverso i rappresentanti delle istituzioni e i Comuni direttamente interessati, ci hanno detto in modo molto chiaro che il progetto proposto da Serravalle ha delle evidenti problematiche. E proprio i territori hanno proposto una interessante variante al progetto di Serravalle e, guarda caso, Serravalle non la ritiene adeguata soprattutto per l’aggravio di costi. E proprio sull’aggravio di spesa abbiamo pareri tra loro molto discordanti tra gli stessi tecnici: tra quelli di Serravalle e quelli dei Comuni interessati. Noi non siamo tecnici, siamo politici e ci occupiamo di esprimere indirizzi politici di amministrazione del territorio in base a quelle che sono le esigenze che i cittadini ci pongono. Così funziona (o dovrebbe funzionare) la democrazia.

Da politico, ma prima ancora da cittadino, non posso fare a meno di pensare ai tanti progetti realizzati in Italia che quando paragonati a progetti analoghi realizzati in altri paesi nel mondo o anche solo in Europa si scopre che da noi costano molto di più. Qualcosa evidentemente non funziona. – aggiunge Gandolfi – Ben venga un organo terzo che valuti le differenze economiche tra un progetto e l’altro, con la garanzia che però che sia davvero un parere imparziale. Andiamo a chiedere a chi in Europa realizza opere simili quali sono le vere differenze sui costi dei due progetti. Abbiamo aspettato cinque mesi per la convocazione della Commissione, credo si possa aspettare anche un terzo parere e nel frattempo risentire i tecnici dei comuni e dei comitati. Credo sia la strada più lineare e corretta da seguire.

Conclude poi Gandolfi: “Il Consiglio Provinciale si è espresso in modo chiaro e unanime e non può essere ignorato né dalla giunta né da Serravalle. Nel discorso di insediamento il presidente Podestà aveva in più passaggi sottolineato l’importanza di ascoltare il territorio e questo non significa solo fare le “Giunte itineranti” ma anche e soprattutto fare il possibile per andare incontro alle esigenze che vengono poste dai cittadini su questioni concrete. E il progetto della Rho-Monza è una cosa estremamente concreta perché va ad incidere sulla vita di chi abita quei territori.”

 

Milano, 9 maggio 2012

Gruppo Italia dei Valori del Consiglio Provinciale di Milano

COMUNICATO STAMPA

 

Rho-Monza

Gandolfi (Italia dei Valori): Volontà dei cittadini chiara, politica si assuma le proprie responsabilità

Oggi ci aspettavamo di sentire qualcosa di più da parte di Serravalle. Abbiamo cinque amministrazioni comunali, di diverso colore politico e che rappresentano tutti i territori interessati dall’opera, che in maniera unanime si sono espressi a sostegno delle modifiche al progetto. La Provincia ora deve fare la sua parte.”

E’ il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia Luca Gandolfi, a margine della Commissione Mobilità e Trasporti che ha affrontato ancora una volta il tema della Rho-Monza.

Ci sono state quattro Commissioni in quattro settimane sull’argomento. Sono stati ascoltati i Sindaci dei Comuni interessati e i Comitati cittadini; nella seduta di Commissione del 12 ottobre tutti i Gruppi provinciali avevano concordato sulla richiesta di proroga per la chiusura del bando, richiesta respinta perché arrivata fuori dai tempi tecnici. Ora Serravalle giudica e sminuisce le idee presentate dal territorio definendole solo mere “idee progettuali”.  Il rischio è che continuando le riunioni del tavolo tecnico, di cui abbiamo chiesto ci vengano forniti i verbali, si procrastino troppo i tempi per poi dire che è troppo tardi per fare delle eventuali modifiche. La politica non può trovarsi a dover rincorrere i tecnici, al contrario a un indirizzo politico ben preciso dovrebbe corrispondere la volontà dei tecnici di risolvere nel più breve tempo possibile i problemi. Sconcerta l’assenza dell’assessore provinciale alla partita De Nicola che, nonostante un’aula gremita di cittadini e amministratori locali, non ha ritenuto suo dovere partecipare alla Commissione, nonostante poche ore prima fosse a Palazzo per presentare i lavori di riqualificazione di Cassanese e Rivoltana. Un’assenza che è pesata oggi, come nelle tre Commissioni precedenti.”

Ha così dichiarato il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi

Milano, 26 ottobre 2011

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano

 

Al seguente link potete ascoltare l’intervento del capogruppo IdV, Luca Gandolfi, nella Commissione Mobilità del 26.10.2011 sulla SP Rho-Monza:

http://www.lucagandolfi.it/consigliere/provinciale/audio/vn660146_gandolfi_commmobilita_20111026.wma