Posts contrassegnato dai tag ‘Sporting Mirasole’

COMUNICATO STAMPA

Sporting Mirasole di Noverasco a Opera
Gandolfi (Italia dei Valori): “Il Protocollo di Intesa frutto del lavoro comune di tutte le istituzioni del territorio

Il Protocollo d’Intesa raggiunto sulla vicenda dello Sporting Mirasole di Noverasco a Opera è il frutto di un lungo ed intenso lavoro comune compiuto in splendida sinergia tra le varie istituzioni del territorio (Comune di Opera, Provincia di Milano e Regione Lombardia) e dalle forze politiche che, una volta tanto, hanno dimostrato che se si mettono da parte le questioni di bandiera e ci si siede attorno ad un tavolo con la disponibiità a discutere seriamente si possono risolvere problematiche, come quella dello Sporting Mirasole, molto complesse.”
È quanto afferma il capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, primo firmatario e relatore della mozione presentata in Consiglio Provinciale a novembre del 2010 e poi approvata all’unanimità il 20 gennaio 2011.
Mi auguro – continua Gandolfiche questa vicenda possa fungere da esempio di come le forze politiche e i vari livelli istituzionali possano e debbano lavorare per il bene del territorio e dei cittadini che vi abitano.”
Conclude poi Gandolfi: “Questo caso ha dimostrato che la buona politica esiste ancora e, quando vuole, sa ottenere risultati concreti importanti. Che sia da esempio anche per chi governa il nostro paese. Abbiamo tutti bisogno di tornare alla buona politica.

Milano, 1 gennaio 2012
Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano

Annunci

COMUNICATO STAMPA

 

Sfratti Sporting Mirasole a Noverasco

Gandolfi (Italia dei Valori): Si va nella giusta direzione, ma continueremo a vigilare sulla situazione.

“Si va finalmente nella giusta direzione.”

È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi dopo aver partecipato all’assemblea pubblica che si è tenuta alle 18.30 di lunedì 28.11.2011 a Noverasco sul problema degli sfratti allo Sporting Mirasole. A poco più di un anno da quando l’11 novembre 2010 Gandolfi aveva presentato la mozione poi approvata all’unanimità dal Consiglio Provinciale il 20 gennaio 2011, per chiedere il blocco degli sfratti. Rispetto alla analoga mozione approvata dal Consiglio Regionale della Lombardia, quella in Provincia conservava il punto cassato in regione in cui si chiedeva da subito il blocco dell’esecuzione degli sfratti e della vendita a terzi degli appartamenti occupati.

“Dall’assemblea di oggi, – aggiunge Gandolfi – sono emersi segnali positivi che ci fanno ben sperare per un felice esito della vicenda, un esito che fino ad un anno fa sembrava solo un miraggio. Le varie istituzioni e forze politiche, una volta tanto, hanno lavorato di comune accordo per risolvere un problema e il risultato, per quanto ci è dato ad oggi di vedere, appare positivo.”

“Non lasceremo indietro nessuno” ha dichiarato pubblicamente l’assessore regionale Zambetti.

“E noi vigileremo affinché ciò avvenga effettivamente nella realtà e che non vi siano intoppi. – commenta Gandolfi che poi conclude – Siamo fiduciosi sul buon esito di tutta la vicenda e speriamo che la tempistica prospettata dall’assessore regionale venga mantenuta. Sarebbe davvero un bel regalo di Natale se per quella data venisse effettivamente sottoscritto il protocollo d’Intesa.”

 

Milano, 29 novembre 2011

Gruppo consigliare Italia dei Valori Provincia di Milano

Il consigliere provinciale Luca Gandolfi (Italia dei Valori) ha partecipato all’Assemblea pubblica organizzata dalle forze politiche del centrosinistra “No agli sfratti allo Sporting Mirasole di Noverasco” che si è svolta la sera del 9.11.2010 a Noverasco.  Erano presenti anche il consigliere regionale Franco Mirabelli (PD) e il consigliere provinciale Massimo Gatti (AP) e alcuni consiglieri comunali di Opera tra cui Arianna Censi (PD).

Il consigliere Gandolfi (IdV) si è così espresso: “Siamo al servizio dei cittadini per portare all’attenzione delle istituzioni questo problema. Qui non si tratta solo di garantire il diritto alla casa, ma lo stesso diritto alla vita, perchè mettere su una strada una famiglia vuol dire fare crollare l’universo entro cui una famiglia vive. Speriamo che le forze di maggioranza dimostrino una sensibilità al problema e che si evitino speculazioni politiche. Su questioni come questa è prioritario risolvere il problema dei cittadini che nell’immediato si traduce nel bloccare la procedura di esecuzione degli sfratti.”

L’assemblea ha visto una grossa partecipazione da parte dei cittadini che hanno riempito la sala in cui si è tenuta la riunione.